Racconta

  • Il racconto di una storia d'amore nata "con" "Canne al vento"

    25/06/2016

    Riceviamo e pubblichiamo con immenso piacere il racconto di Enrica e Giorgio: una storia d'amore nata "con" "Canne al vento" 

    «... Siamo Enrica e Giorgio, la coppia proveniente da Marzabotto (Bologna) che il 26 Aprile 2016 ha accolto nel suo paesino, Galtellì.

    Era il nostro ultimo giorno di vacanza che ci eravamo concessi per festeggiare i nostri 57 anni di matrimonio; su consiglio di una nostra vicina, Ilaria, abbiamo deciso di visitare Galtellì. Scelta molto felice non solo per le peculiarità del centro storico e la sua storia ma soprattutto perché abbiamo incrociato un episodio che è stato il fulcro dei nostri primi 58 anni di vita matrimoniale: la casa delle Dame Nieddu, dove la grande scrittrice Grazia Deledda ha scritto il romanzo Canne al Vento”, ambientato proprio a Galtellì.

    Per noi è stato un momento di grande emozione ... 58 anni prima, erano i primi di Maggio del 1958, notai una giovane ragazza che assisteva con grandissima attenzione e partecipazione emotiva all’ultima puntata della trasmissione televisiva "Canne al Vento".

    Il tutto avveniva in un bar di un paese dell’interland milanese “Pioltello Limito” dove io ero arrivato da meno di un anno per lavoro. Poteva essere una sera come tante un po’ più noiosa perché il bar, dotato di televisore, quella sera ospitava molte persone (quasi tutte donne) e c’era in bella vista un cartello con scritto “si prega di fare silenzio”.

    Invece ….solite manovre per farmi notare da questa ragazza risultato : niente! Decisi comunque che l’avrei conosciuta e l’aspettai fuori dal bar, mossa vincente!
    Così con "Canne al Vento" è iniziato il nostro percorso di vita in comune sicuramente felice, tre figli, tre, nipoti e tanta voglia di vivere nella nostra tranquillità anche se come in tutte le famiglie ci sono e ci saranno momenti poco sereni.
    Ed è in quei momenti, di tensione che spesso invito mia moglie con questa frase “sta mo tranquilla Canne al Vento” e quasi sempre mi risponde con un sorriso...
    Sperando di rivederla, alle prossime nostre vacanze a Cala Gonone, un abbraccio Enrica e Giorgio.»