News/Eventi

  • Santissimo Crocifisso - festeggiamenti in onore del Santo Patrono

    24/04/2016

    Con l'inizio della novena prendono il via i festeggiamenti in onore del Santissimo Crocifisso, patrono di Galtellì.
    La festa di Santos Cristos è il momento più atteso e sentito dall'intera comunità galtellinese, ma non solo. Il Cristo di Galtellì infatti, a seguito di alcuni eventi miracolosi avvenuti nel corso del 1600, richiama nel centro della Baronia fedeli provenienti da tutta l'isola.
    Una serie di eventi, religiosi e civili, si susseguiranno dal 24 aprile al 3 maggio.

    Ogni pomeriggio alle ore 18 verrà celebrata la Novena; il 27 aprile alle ore 19 è fissato il giubileo delle associazioni e del volontariato, il 28 aprile alle ore 18 la Celebrazione Eucaristica sarà dedicata a malati e anziani mentre il 29 alle 19 sarà la volta dei giovani con il giubileo a loro dedicato. 

    Dal 30 aprile al 3 maggio le manifestazioni civili, organizzate dai ragazzi della "Leva 1989", faranno da cornice alle celebrazioni animando le serate del borgo.

    Sabato 30 si inizia alle 18.30 con l'esibizione dei ragazzi di Orosei salsera; alle 22 saliranno sul palco i "Reunion" con Giuiano Marongiu e Massimo Pitzalis, seguiranno musica e balli con Dj Alex Prince. Domenica 1 maggio serata etnico-sarda "A ballare" con Emanuele Bazzoni e Roberto Fadda. Lunedì 2 serata folkloristica presentata da Cristina Tangianu; i primi a salire sul palco saranno i piccoli padroni di casa del gruppo mini folk "Santu Gristoso" seguiti dai gruppi di Orune, Dorgali, Oliena e dai tenores di Galtellì, Lodè, Orgosolo e Orune.
    Martedì 3 maggio giovani a cavallo, uomini e donne con il costume tradizionale seguiti dalle confraternite percorreranno le vie del paese portando in processione il simulacro del Cristo. Un'intera giornata di festa, dalle Sante Messe ai giochi in piazza nel pomeriggio per chiudere la festa del 2016 con la tradizionale gara di poesia estemporanea e l'estrazione dei biglietti. Non prima però della tradizionale consegna dello stendardo, dopo un anno di lavoro i giovani ventisettenni galtellinesi cederanno il testimone ai ragazzi alla Leva 1990. "Ateros annos menzus!" 

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     







     

    Scarica l'allegato ⇓